Porta laccata antica chiodata

Una piccola porta antica laccata della fine del ‘700 primi ‘800. La sua particolarità è quella di presentare tutta la superfice a vista anteriore con i chiodi antichi fatti a mano piantati, uno diverso dall’altro, che come le borchie, la rendono ancora più attraente. Tutti i chiodi sono ovviamente fatti a mano, forgiati a caldo, uno più grande, l’altro più piccolo. Il restauro ha previsto qualche intervento di falegnameria e poi è stata laccata nello stesso identico colore originale, il color color sabbia. Mi avete chiesto, ma perchè mettevano i chiodi e le borchie di ferro o bronzo, piantate all’esterno nel legno, Vittorio? Per 2 motivi, erano un elemento decorativo in quanto venivano posti e piantati in modo ordinato seguendo un disegno simmetrico, e per difesa. Infatti piantare molti chiodi sulla superfice esterna era come corazzare, irrobustire la porta, blindarla rendendola più pesante e meno facile da scardinare e scalfire. Pensate che in realtà già le porte ed i portoni degli edifici dell’antica Roma presentavano borchie e chiodi all’esterno piantati.

Per le foto, le misure e per i consigli su come e dove utilizzarla in un interno, fate riferimento alla galleria specifica della porta laccata antica chiodata.