Portoni antichi arredamento interni

Portoni vecchi ed antichi e portoncini esterni per arredare interni

E’ il trend, ormai i portoni esterni vanno sempre più e sopratutto all’interno, per dividere nella continuità, per esempio il soggiorno dalla cucina, cercando il fascino speciale che il portone antico ambientato in una casa moderna dona in modo esclusivo. Per questo ho dovuto creare una galleria specifica tra i portoni antichi riservata proprio a questa tendenza e mostrarvi le immagini di portoni antichi in legno. Queste parole di ricerca sono nella casella di ricerca SEARCH del mio sito, la ricerca più frequente; portoni antichi rustici, portoncini antichi rustici, portoni antichi materici, portoni stile industriale, portoni antichi consumati, portoni antichi di ferro, immagini di portoni antichi in legno, foto di portoni antichi in legno, portoni antichi chiodati. Non più però portoni e portoncini vecchi o antichi per l’esterno, e non porte come si faceva una volta. In questa evergreen page, cioè pagina che verrà aggiornata periodicamente, ho voluto mostrare molti esempi possibili di riutilizzo di portoni esterni per arredare, per esempio per costruire intorno al portone come scorrevole lo spazio living come ha fatto Wouter di Roma, oppure come ha fatto Roberta di Parma che ha montato un portone come scorrevole mantenuto rigorosamente com’era e ci ha chiuso una nicchia in sala. 

1) Portone antico stalla restaurato e collocato. 

Oppure questo portoncino toscano antico molto usurato in foto quì sopra, restaurato in modo conservativo al massimo e collocato da Marco nella Sua casa di Argenta. E ancora sotto, questo collocato nonostante fosse corroso dall’acqua piovana e proprio per questo suo essere sfibrato, montato come portone in interno classico per realizzare e sfruttare la sua opposizione all’eleganza ed arredare.

3) Portone antico esterno restaurato e collocato in un interno per arredare

Come questi sopra, anche questo sotto, un portoncino piccolino deliziosamente trasformato dai raggi del sole sino trasformarsi in un’altra cosa, quasi un monumento alle sfumature naturali che acquista un colore nel tempo.

17) Portoncino antico rustico per interni 

E questo portone quì sotto che i miei clienti inglesi volevano buttare e che invece adesso è un portone antico invita ad entrare nella zona living dall’ingresso e che arreda semplicemente ma più di un mobile!?

Portone antico restaurato(vista frontale).

Oppure questo portoncino rustico, usurato, materico, restaurato con rispetto e senza aggiungere nulla di mio, che Antonella di Asti, dopo averla ascoltata e dopo aver capito come doveva essere la porta che voleva Le ho proposto facendola innamorare al punto di dirmi “questa è la mia porta” e che collocherà tra quattro porte bianche moderne di tendenza, nell’ingresso.

Il portone antico esterno restaurato pronto per arredare un interno

E quest’altro sotto? Portone antico nato originariamente come scorrevole, tanto che sotto ha ancora le rotelline che scorrevano su un binario di ferro, in castagno, laccato ancora in colore originale ocra gialla e che potrebbe diventare porta scorrevole raso muro tra zona giorno e cucina, oppure chiudere la cabina armadio. Come? Salvando il consumo, anzi consumandolo ancora di più e lasciando trasparire il castagno sotto al colore ocra. Questi portoni antichi, per arredare, non devono essere restaurati perfettamente come si faceva una volta spendendo molto, adesso regna il materico, il rispetto e l’esaltazione della materia, l’evidenziazione dei segni del tempo, mettere in risalto il consumo in quanto valore aggiunto!

Portone nato originariamente come scorrevole

Sabato per esempio Maddalena ed Hector da Verona, inaspettatamente dopo essere già venuti a vedere i miei portoni antichi per arredare interni, sono tornati ed hanno puntato su questo portone esterno antico materico in castagno(che vedete sotto)che separerà zona living-taverna moderna, dal bagno. Da allungare e restaurare nel modo più conservativo possibile tanto da voler mantenere anche qualche sfumatura di colore rosso consumato ed usurato, tracce della vernice antica che da tempo è sparita.

Portoncino toscano arrederà interno

Oppure ancora il portoncino antico sardo nato ed usato solo all’esterno per anni, quì sotto, che Irene e Massimo dalla Sardegna mi faranno restaurare in modo materico ed esasperatamente conservativo di tutto ciò che gli appartiene oggi e vedete, per chiuderci come porta scorrevole il bagno.

Portoncino antico sardo diventa porta interna di un bagno

Quì sotto vedete il portoncino antico fatto a mano ed usato per tanto tempo all’esterno, di Maddalena ed Hector, che avete già visto sopra, e che appare dopo il restauro conservativo al massimo e che arrederà la Loro taverna a chiusura di un bagno.  

L'Antico portoncino toscano fatto a mano restaurato

Lo stesso portoncino antico restaurato di Maddalena ed Hector, di seguito lo vedete collocato ed ambientato nella Loro casa ristrutturata come porta del bagno che dà sulla zona living:

Portoncino antico rustico arreda interno

Portoncino antico rustico arreda interno

 

Un altro esempio? Questo quì sotto è un altro portoncino antico restaurato e usato per dividere la zona living dalla zona notte.

Portone restaurato ed ambientato

 

Questa tendenza al mantenimento dei segni, al non perfettismo, fà sì che il loro restauro così conservativo costi molto meno di un restauro classico. Sono portoni antichi consumati, uno più originale e primitivo dell’altro, restaurati con un Know-how di restauro specialistico che pone al primo posto il restauro naturale cioè realizzato con sostanze naturali. Voi dovete solo voler osare per arredare, abbattere il convenzionale e personalizzare, ed arrederete! Io se vorrete Vi darò i consigli necessari. Altro esempio? Benchè sarà montato(così come è stato usato per molto tempo) all’esterno, poteva anche essere usato all’interno questo portone antico, per dividere ed allacciare una cucina ed una zona living. Il suo restauro è stato un restauro esasperatamente conservativo tanto da difendere la finitura esterna cioè la coloritura originaria di colore marrone usurata e parziale.

Portone antico restaurato matericamente

Antico portone restaurato secondo tendenza

Un ulteriore esempio? Questo, altro portone vecchio di cantina nato ed usato per anni all’esterno come portone di cantina, ma che sarebbe pregevole per arredare un interno di tendenza; avrebbe anche tanto ferro come materia costituente che saprebbe tanto di materico e di stile industriale.

Portone di cantina restaurato

Un vecchio portone di cantina restaurato conservativamente

Volete vedere un altro esempio di portone antico materico, da inserire in soggiorno minimalista moderno? Questo è solo materia essenziale, corroso e dilavato dal tempo che col suo colore verde deformato naturalmente, può arredare tra cucina e zona living; sembra coperto di vegetazione ed è da restaurare con delicatezza senza modificare nulla, solo pulito profondamente e fissato conservando tutto, eventualmente allungato.

Portone antico toscano

Portone antico toscano per arredamento interni

Un altro portone antico rustico toscano nato ed usato all’esterno per secoli e che restaurato con un restauro esasperatamente conservativo tornerà ad arredare un esterno, ma come scorrevole a Forte dei Marmi. Direte…ma scorrevole Vittorio all’esterno? Sì davanti ad una struttura metallica di metallo e vetro che conterrà il suo portone a taglio termico, il nostro portoncino antico restaurato arrederà l’esterno tra struttura metallo e vetro ed una pergola. Insomma la sua funzione sarà esclusivamente, da scorrevole, arredativa della casa e del giardino, idea lodevole di Simona una brava arredatrice.

Portone antico rustico

Un portoncino antico rustico toscano restaurato

Altro esempio suggestivo di come un portone antico trasformato in moderno completamente, solo col colore consumato, può arredare un interno o un esterno è questo, collocato all’esterno, ma che anche in zona living sarebbe eccezionale.

Portone antico diventa moderno

Da portone antico in portone moderno

Ulteriore esempio del riutilizzo di un portone vecchio o antico per arredare che si trasforma, sia per l’esterno che all’interno di una abitazione, ma con un carattere nuovo, una impronta fortemente di tendenza, moderno, minimalista, un colore volutamente consumato che è l’espressione di un gusto e di una sensibilità tipicamente attuali.

portone antico trasformato in moderno

trasformare portone antico in moderno

 

Altra foto di portone antico montato all’interno di abitazione moderna; era un portone laccato in origine, che il cliente mi ha fatto rendere diverso non tanto nella struttura quanto sotto l’aspetto del colore, particolare però fondamentale in un portone che viene collocato in un interno di tendenza per arredare. I colori sono la prima cosa che influenza l’occhio e lo stato d’animo di chi entra in un ambiente, donano carattere e percezione spaziale. Il grigio poi ravviva tutti gli altri colori, ravviva il bianco delle pareti, l’altro grigio del pavimento, come pure l’oro delle dorature, non è né chiaro né scuro, è privo di stimoli, un colore che si mette da un lato e si osserva senza lasciarsi coinvolgere. Era in origine laccato in color nocciola chiaro, poi ho operato la metamorfosi tramite la laccatura a mano e il ripristino delle dorature a foglia d’oro nelle zone dove mancanti, il resto guardatelo adesso.

Portone antico laccato montato in interno

Portone antico laccato e dorato

Un altro portone esterno antico in un interno? Per adornare in modo unico, per esempio collocato tra zona giorno e zona notte? Questo, classico, tutto in noce nazionale, restaurato, un Salvator Rosa, questo il suo nome che ci ricorda l’eclettico artista barocco al quale si deve la creazione della particolare cornice che lo caratterizza. Con questo oggetto stupendo di alto antiquariato potrete regalare e regalarvi un sogno di unicità che ogni casa dovrebbe avere. Il contesto Vittorio? Poche cose intorno, valorizzate il materiale, la forma, il valore dell’antichità dell’oggetto, la sua storia; molto colore bianco intorno, materiali artigianali, ordine ed equilibrio, null’altro e sarà il re della Vostra casa. 

Portone antico in noce

Antico portone in noce nazionale chiamato Salvator Rosa

 

 

Altro esempio di portone vecchio usato per anni all’esterno ed ora trasformato in shabby chic naturale e montato all’interno; estremamente povero, semplice, senza ricercatezze, con la trasformazione è diventato un portone in shabby luminoso, giovane, primaverile.

Portone vecchio trasformato in shabby

Portone vecchio esterno trasformato in shabby

Quest’altro portone antico è la dimostrazione lampante di come un portoncino antico consumato, che è il massimo della classicità in quanto presenta bugnature a punta di diamante, inserito in un contesto moderno, circondato da un mare di bianco assoluto, illuminato dall’alto realizzando zone di forte accento contrapposte a zone con ombre marcate, è una splendida ed arredativa frattura tra il moderno vitale e vivace e l’antico ormai consumato.

Portone antico classico in interno moderno

Come un portoncino antico classico arreda interno moderno

 

 

 

Potrete leggere altro e vedere altre foto nella galleria specifica dei Portoni e portoncini esterni antichi per arredare interni

SHABBY CHIC; COME CREARLO SU MOBILI E PORTE.

E’ un mio articolo apparso su DonnaIn, un bel magazine online;  riproponevo questo semplice tutorial per chi vorrebbe fare lo shabby da solo, certo era un modo  semplice e non professionale(io uso solo pitture naturali) per shabbare, ma era pur sempre un aiuto per il lettore…purtroppo non posso riproporvelo  in quanto il sito in questione è stato visibile fino a poco tempo fà ed ora non lo è più.

 

 

Portone nuovo diventa antico.

Come un portone di recente costruzione, per la voglia del cliente di renderlo più verosimile ad un portone antico, è stato trasformato. Dapprima una pulitura attenta con una carteggiatura fine ed una spagliettatura, poi una mordenzatura, cioè la tintura del portone in quanto troppo chiaro ed anche per occultare stuccature troppo chiare e visibili. Poi le molte patinature successive a gommalacca, costituendo la sua patina. L’Elemento fondamentale di un oggetto antico è la patina ed un portone nuovo non ce l’ha. Devo dire che è molto migliorato ed ho fatto una bella figura anche questa volta.

  POTRETE VEDERE E LEGGERE DI PIU’ DI QUESTO INTERVENTO SUL: PORTONE DA NUOVO AD ANTICO

Quanto costa una porta antica e come sceglierla

Di seguito l’articolo pubblicato da Aumuch.it, sito che si occupa di cercare per i lettori che lo chiedono, il costo di prodotti e servizi per fornire una chiara idea del prezzo minimo e massimo applicato. 

Quanto costa una porta antica e come sceglierla

Le porte antiche sono alcuni degli oggetti d’antiquariato più intriganti. La maggior parte delle volte sono realizzate in legno ed il loro valore economico aumenta al crescere dell’età, dell’essere fatte a mano e non a macchina soprattutto.

Si differenziano tra loro per stile ed epoca. Le porte in stile inglese ad esempio sono caratterizzate da riquadri all’interno dei quali sono inseriti dei vetri, su tutta la superficie della porta o soltanto nella parte superiore.

Le porte liberty, che trovarono la loro massima espressione ad inizio novecento, sono invece realizzate in legno laccato e la loro bellezza estetica è sottolineata dalla presenza di specchi e vetri.

Di altra natura sono invece le porte costruite in epoche recenti, ma di ispirazione antica, il cui valore, in questo caso, non è dato dalla loro età, ma dalla qualità dei materiali utilizzati per costruirle e dal loro prestigio.

Un secondo fattore che determina il prezzo di una porta antica è la loro provenienza, molto ambite e quindi più care sono le porte di origine italiana, inglese e francese. Il valore di questi oggetti d’antiquariato che varia appunto in funzione di queste caratteristiche va dai 300 euro e arriva anche fino a 12000 euro per le porte più pregiate.

Acquistare una porta antica: fattori da considerare

Inserire all’interno di un arredamento porte o portoni antichi è la tendenza del momento, e questo non solo quando l’ambiente è rustico e in linea con lo stile della porta, ma anche come elemento fuori contesto dentro appartamenti o uffici moderni. Ma nell’acquistare un simile oggetto, a cosa bisogna prestare attenzione?

Prima di tutto, la porta deve piacere e deve essere pensata ed immaginata nel luogo in cui sarà collocata. In questo caso la sua funzione non si esaurisce con il semplice compito di chiusura e protezione di una casa e quindi il suo scopo estetico non deve certo passare in secondo piano.

Le ultime indicazioni in fatto di arredamento non richiedono la presenza di tante porte antiche, tutte uguali tra loro. Gli esperti di questo settore suggeriscono invece la collocazione di pochi elementi, anche soltanto due o tre, che, per finitura e struttura, siano diversi tra loro, ma perfettamente inseriti nel contesto in cui verranno collocati. Non è raro infatti vedere un vecchio portone da esterno arredare in modo sublime un ambiente interno, come ad esempio quando separa una zona living da una cucina.

Secondo portantica.com, ditta specializzata nel restauro e vendita di porte e portoni vecchi ed antichi, un aspetto fondamentale da conoscere è rappresentato dal modo in cui esse sono costruite: non vengono montate con il controtelaio, e nella maggior parte dei casi non hanno misure standard, quindi bisognerebbe prima scegliere la porta, e poi far realizzare da un muratore la luce muraria, anche se è possibile modificare le sue dimensioni, accorciandola e stringendola o viceversa.

Nella scelta di una porta non bisogna dimenticare di controllare che sia in linea con le esigenze di chi l’acquista. Una porta moderna è spesso reversibile, ma in una antica occorre verificare se l’apertura sia verso destra o verso sinistra e se si apra tirandola o spingendola. Aspetti decisivi che dovranno sposarsi perfettamente con gli spazi ed il luogo di destinazione.

A livello strutturale invece è importante controllare le condizioni di una porta per evitare di acquistare un pezzo troppo rovinato e cedevole che richiederebbe, qualora fossero possibili, importanti interventi di restauro che ne farebbero lievitare il prezzo.

Ulteriore verifica da compiere è che la porta non sia imbarcata, non sempre è possibile riportare in asse l’elemento e in ogni caso sarebbe un costo aggiuntivo, quindi meglio svolgere all’inizio questa semplice valutazione.

Quali sono gli utilizzi alternativi di una porta antica?

Ma una porta antica non è, paradossalmente, solo e soltanto una porta antica. Prima di tutto le lavorazioni su di essa, come la laccatura a mano, il legno a cera d’api e gommalacca e soprattutto la finitura Shabby Chic, che negli ultimi anni è diventato uno dei trend più diffusi, la riportano in vita, conferendole una personalità e una bellezza unica e originale.

E ugualmente in forte crescita e di moda è l’utilizzo di una porta antica con altre finalità. Il riutilizzo di un vecchio portone come tavolotestiera del lettoappesa a una parete della sala oppure posizionate su entrambi gli angoli di una parete per ricreare una nicchia d’altri tempi sono sicuramente idee suggestive e dall’effetto garantito. Senza dimenticare la possibilità di trasformare una porta antica in scorrevole, affidandosi a restauratori e artigiani esperti, per ottenere un risultato magnifico e un ambiente completamente trasformato dalla sua presenza.

Da Aumuch.it

 

Portone antico chiude cabina armadio

L’ultimo intervento di restauro e trasformazione riguarda questo bel portone antico che ho allargato portandolo alla misura richiesta. Infatti la luce della cabina armadio è molto larga per usufruire di una notevole possibilità e facilità di passaggio e il portone è stato portato a 160 cm. L’ Allargamento realizzato in legno massello, è stato tutto ricoperto con lamiera vecchia arrugginita, battuta e martellata, poi inchiodata. Successivamente dopo attenta pulitura, ma senza la rimozione del colore tipico dell’ossidazione, l’ossidazione stessa è stata attentamente fissata con apposita verniciatura trasparente opaca in più mani onde evitare qualsiasi rilascio di polvere di ruggine. Il portone così trasformato sarà collocato in camera da letto e montato come scorrevole raso muro col mio kit porte scorrevoli appositamente verniciato come richiesto in colore nero opaco.

POTRETE VEDERE E LEGGERE DI PIU’ DI QUESTO INTERVENTO SUL: PORTONE ANTICO PER CABINA ARMADIO MONTATO COME SCORREVOLE

Riuso di vecchio tavolo

Sentiamo parlare spesso di scarti trasformati e riusati, ebbene questo è un esempio di come le nostre case siano grandi miniere dove trovare e riesumare il vecchio per riusarlo rendendolo utile, gradevole, arredativo. Un vecchio tavolo per esempio come questo, in parte in laminato, in parte in legno, che in shabby chic naturale, Margherita stà felicemente usando nel Suo appartamento ristrutturato. Da scarto a oggetto d’arredamento con lo Shabby chic.

Altro tavolo trasformato in shabby chic

 

POTRETE VEDERE E LEGGERE DI PIU’ DI QUESTO INTERVENTO DEL TAVOLO TRASFORMATO IN SHABBY

  

Porta antica da portone antico

Un mio cliente ha cercato e trovato questo importante frammento di un battente di portone antico a Genova presso un antiquario. Come ha già fatto in passato per altri manufatti antichi, me lo ha fatto recapitare in laboratorio dandomi le misure alle quali trasformarlo e portarlo per farlo diventare una porta interna di casa Sua. Si tratta di un solo battente di un portone della seconda metà del ‘500 in stile  Giacomo I°. Lo stile Giacobiano, è uno stile decisamente architettonico riconducibile al Nostro Rinascimento avanzato ed alle soglie del barocco. Oltre ad interventi notevoli di falegnameria come  l’allargamento ed allungamento, notevoli sono stati il consolidamento. Pezzo raro ed un piacere lavorarci. 

POTRETE VEDERE E LEGGERE DI PIU’ DI QUESTO INTERVENTO DELLA PORTA ANTICA DA PORTONE ANTICO 

Tavola in shabby chic

La signora Antonella di Modena mi chiamò per farsi fare un preventivo e capire se la tavola che una volta apparteneva ai Suoi familiari poteva venire bene in shabby. Le spiegai con attenzione tutto dello shabby chic, di come sarebbe stato eseguito l’intervento e del prezzo. Il piano presentava un rivestimento in laminato plastico(formica) che decidemmo di rimuovere e sostituire con un foglio di compensato in legno di Frake. Il compensato lo sagomai opportunamente e lo incollai. Decidemmo anche il colore e consigliai il color avorio, più caldo del bianco assoluto e più facile all’inserimento con altri mobili. Aveva grandi aspettative la Signora Antonella verso questo tavolo che a lungo ha desiderato in shabby chic naturale e non è stata delusa. Infatti alla consegna mi ha detto che era uno “spettacolo”. E’ venuto molto bene come potete verificare dalle foto e si integra perfettamente con l’arredamento compresi alcuni elementi d’arredo antichi. L’ho vista davvero felice grazie allo shabby.

POTRETE VEDERE E LEGGERE DI PIU’ DI QUESTO INTERVENTO DELLA TAVOLA ANTICA IN SHABBY CHIC

Altro tavolo antico trasformato in shabby

Porta antica da portone antico

Un mio cliente, il Dottor Emmanuele, quando trova sul web qualcosa di interessante, soprattutto alta epoca ed intatto, mi fà recapitare con corriere il manufatto. Io poi lo trasformo e lo restauro. Lo fece a suo tempo con un piano antico di un banco da falegname, intorno al quale volle ricostruissi le parti mancanti. E poi ancora rimase positivamente impressionato dalla patina di una grossa anta antica, ed è così che adesso quando trova qualche reperto me li fà inviare per restaurarglieli o trasformarli. In questo caso ha trovato veramente un reperto importante. Un solo battente di un portone antico inglese della fine del ‘500 in stile Giacomo I d’Inghilterra. Era presso un antiquario di Genova che molto cortesemente me lo ha recapitato in bottega tramite il Suo corriere di fiducia. Molto rovinato e consumato in basso, lo porterò, allungandolo ed allargandolo, a misura della luce muraria di un vano in casa Sua dove ha bisogno di una porta. Non sarà una porta qualunque, sarà oggetto antico, raro ed esclusivo. 

POTRETE VEDERE E LEGGERE DI PIU’ DI QUESTO INTERVENTO DI PORTA ANTICA DA PORTONE ANTICO

Portone antico arredamento interno moderno

Intrigante portone antico ad anta unica forse di una torre della prima metà dell’800 ed in vendita. Interamente ferrato con fasce di ferro applicate con chiodi per renderlo rinforzato e difficile all’effrazione, quasi blindato. Nato laccato con coloriture diverse davanti e sul retro. Particolare curioso la presenza di tre serrature che comandano catenacci. 

COME IMPIEGARLO IN INTERNO MODERNO

La presenza della caratteristica del legno antico e del ferro battuto della ferratura e dei catenacci lo fà risultare perfettamente in linea con industrial style e rustico, cioè lo stile rustrial. Con l’aggiunta del montaggio come scorrevole raso muro contribuirebbe a creare un nuovo equilibrio riducendo quella certa freddezza e rendendo l’ambiente confortevole e più caldo. Per arredare e dividere cucina e zona living o zona living e zona notte.

COME RESTAURARLO

Con esasperante atteggiamento conservativo. Falegnameria, trattamento antitarlo atossico e difesa di tutte le sfumature di colore, evidenziando la materia così com’è senza abbellimenti, pulito, finito con finitura trasparente opaca atossica, niente altro.

POTRETE VEDERE E LEGGERE DI PIU’ DI QUESTO PORTONE ANTICO ARREDAMENTO MODERNO

Porta rustica vecchia fatta a mano

Una porta antica fatta a mano da un contadino torna a rivivere dopo essere stata pulita, restaurata ed allungata. In castagno selvatico, la vedrei bene montata come scorrevole per mettere in contrasto il rustico ed il povero fatto a mano, con la guida e gli altri elementi in metallo che sanno tanto di stile industriale e moderno. L’unione del rustico e dell’industrial si chiama rustrial l’ultimo degli stili tanto ricercati oggi. Vedrete la porta come era prima e come è diventata dopo. Il restauro è stato esasperatamente conservativo senza apporti creativi, senza modifiche nè abbellimenti, per dare spazio solo alla materia.

POTRETE  VEDERE ALTRE FOTO  E LEGGERE DI PIU’ DI QUESTO INTERVENTO NELLA GALLERIA RELATIVA ALLA PORTA RUSTICA VECCHIA FATTA A MANO RESTAURATA

Testiera e baule in shabby chic

Un mio cliente ha regalato alla Sua compagna la testiera da letto in shabby chic ed un baule sempre in shabby chic naturale. Andranno entrambi nella camera della signora, il baule in fondo al letto a completare l’effetto della testiera. La testiera è stata ricavata da una tavola di legno massiccio di cedro profumatissimo che ho trattato con antitarlo atossico, lisciato a mano e laccato solo a pennello e poi shabbato. La signora mi ha chiesto uno shabby intenso ed ho effettuato tale personalizzazione. Stessa cosa per il baule, riparato, aspirato, trattato con antitarlo, laccato in bianco assoluto e poi shabbato intensamente.

Altri bauli in shabby,

SE VORRETE POTRETE VEDERE FOTO RELATIVE E LEGGERE DI PIU’ DI QUESTO INTERVENTO NELLA RELATIVA GALLERIA: TAVOLA DI LEGNO DIVENTA TESTIERA DA LETTO CON BAULE IN SHABBY CHIC