Return to PORTONI ANTICHI

PO025 Portone antico barocco

Portone antico in ciliegio

Come prevedeva la moda seicentesca, non amando il legno a vista(anche per il rifiuto di tutto ciò che apparteneva al secolo ed allo stile precedente) fù a suo tempo ebanizzato, cioè colorato di nero; era collocato in importante palazzo di Carpi e non ha mai subito alcun intervento di restauro, cioè è in patina.

Come restaurarlo e come usarlo

Immaginatelo restaurato con un restauro minimale, conservativo, non perfettino, materico, come fosse un portone di stalla( benchè è più ricercato) e con finitura legno a vista, ma non una rimozione totale del colore scuro, non lucidissimo, no, opaco. Lasciamo intravedere in parte il nero dell’ebanizzazione quà e là, che ci ricordi ciò che era, ed in altre zone facciamo emergere il ciliegio caldo con l’alternanza di venature più chiare e più scure.

Perché Vittorio un restauro di questo tipo? Direte

Perché lo immagino collocato in una zona living minimalista moderna e contemporanea, per unire, dividere, scaldare ed arredare cucina e sala ed allora deve restare il più possibile materico, imperfetto, deve essere consumato e trasmettere emozioni, cosa che non farebbe in un interno di questo tipo se fosse impeccabile. Misure 123 x 214.